altilia (3).jpg

Altilia e Oasi WWF

Scheda esperienza

Equiturismo De Girolamo - Colletorto (CB)

 790 €

3 giorni

Descrizione esperienza

Un viaggio che parte da Morcone, in un suggestivo paesaggio collinare verdeggiante di ulivi, quasi ai confini del Sannio con il Molise, adagiata sul pendio di una poderosa rupe. Morcone, centro agricolo e commerciale, si pone e propone oggi, grazie alla dotazione di strutture di ospitalità e ristorazione, come amena cittadina per soddisfare le esigenze di riposo e di evasione dallo stress quotidiano. Le origini storiche risalgono al periodo sannita, ma notizie certe sono del periodo longobardo, quando fu un castaldato nel 776 d.C. e sede vescovile dal 1058 al 1122. L’impianto cittadino di origine medioevale, sapientemente restaurato, ha conservato intatto il suo centro storico sviluppatosi attorno alla Rocca. Il punto d’incontro del gruppo è presso l’agriturismo YES BOSS, gestito con passione e amore per la natura e gli animali. L'agriturismo si trova nell'Appennino Centrale, tra le province di Benevento e Campobasso, a circa 30 minuti da entrambe le città. Il lago di Campolattaro fa da sfondo perfetto a questo scenario incastonato tra colline e montagne. Alessandro, gestore dell'agriturismo, accoglierà i partecipanti al viaggio con una sontuosa cena di benvenuto dove ci delizierà con piatti tipici della cottura Low & Slow. Ci avventureremo alla scoperta di un bel tratto del regio tratturo Pescasseroli-Candela sino a giungere all'antica città romana di Altilia, luogo veramente bello, storico ed emozionante! Da Altilia lasceremo il tratturo per raggiungere l'antico borgo di Guardiaregia, inastonato alle pendici del versante nord del Matese. Sarà da qui che partiremo alla scoperta di tutti i segreti dell'oasi WWf di Guardiaregia-Campochiaro coi suoi segreti: Pozzo della Neve, Cul di bove, le Tre Torrette, i Tre Frati, ettari ed ettari di faggete incontaminate.

 

GIORNO 1 - km 34
Il primo giorno di cammino percorreremo un tratto di uno dei cinque regi tratturi: il PescasseroliCandela. Nel territorio comunale di Morcone ci si immette nel Tratturo in prossimità del confine tra Molise e Campania. Un ponte di legno, che permette il passaggio sul fiume Tammaro, rappresenta la via di collegamento che unisce il territorio molisano a quello campano. Il sentiero sale di quota molto dolcemente, salvo qualche punto dove la salita è più aspra. Lungo il Tratturo si incontrano termini lapidei con numerazione progressiva, resti di piccoli muretti di pietre a secco che indicavano la via alle greggi. Il territorio è ricco di acqua e lungo il percorso sono dislocati fontane e abbeveratoi per gli animali. Il sentiero percorre ampi tratti scoperti dove la vegetazione è ridotta a piccoli arbusti sparsi e principalmente caratterizzata da erbe e piante selvatiche. La pausa pranzo è ricca di tradizioni e suggestione. Consumata nei luoghi della storia antica, SAEPINUM, maestosa città romana di Sepino. La città dissepolta, è una testimonianza incredibilmente ben conservata di una città della provincia romana. Nelle rovine dell’area archeologica di Altilia- Sepino (per alcuni la piccola Pompei), il visitatore potrà vivere un’esperienza suggestiva a contatto con la storia, in un luogo che conserva ancora oggi tutte le caratteristiche dell’antica struttura urbanistica. La città romana di Saepinum sorge all’incrocio di due importanti strade: il tratturo Pescasseroli-Candela e la strada che collega il Matese alla costa. L’area occupa una superficie di circa 12 ettari a pianta quadrata, circondata da una cinta muraria reticolata. Il viaggio riprende dopo pranzo verso il borgo di Guardiaregia. Paese immerso nel verde del Matese, a ridosso delle splendide gole del Quirino, ed è formato da piccole stradine e angusti vicoletti. Da questo piccolo borgo alle pendici del versante nord del Matese partiremo l'indomani per addentrarci nell'Oasi WWG di Guardiaregia-Campochiaro.

GIORNO 2 - km 30
Il secondo giorno è una full-immersion in una delle più grandi oasi del WWF in Italia, quella di Guardiaregia-Campochiaro. Il visitatore rimarrà affascinato dalle sue bellezze naturali, dai paesaggi unici e godere di un rilassante silenzio. L’oasi si estende per oltre 2000 ettari in un ambiente montano, con altitudine compresa tra i 600 ed i 1823 m s.l.m. di monte Mutria. Saliremo lungo il versante Molisano del Massiccio del Matese. Pranzo a sacco con vista mozzafiato! La seconda parte della giornata è dedicata ai più profondi segreti della natura verso uno degli abissi più spettacolari d’Europa: POZZO DELLA NEVE e CUL DI BOVE. L’abisso Pozzo della Neve si apre nella faggeta, all’interno dell’Oasi WWF di Guardiaregia - Campochiaro. Ricade in un settore del Matese nord-orientale, compreso tra Costa S. Angelo, Piscina Cul di Bove, Costa del Carpine e le Tre Torrette, caratterizzato da numerose manifestazioni carsiche, sia ipogee sia epigee che, situate a poca distanza le une dalle altre, suggeriscono l’esistenza nell’area di un enorme complesso carsico sotterraneo. L’abisso rappresenta uno dei fenomeni carsici ipogei più vistosi dell’Appennino meridionale e rappresenta, sia per il suo sviluppo planimetrico sia per la sua profondità, la maggiore forma carsica ipogea del Matese. Esso ha, infatti, una profondità di 1048 m ed un’estensione lineare che supera gli 8000 m. L’area di pertinenza del geosito è di notevole interesse paesistico e naturalistico ed è conosciuta e frequentata soprattutto per la presenza dell’Oasi WWF di Guardiaregia-Campochiaro, istituita nel 1997. L’abisso, infatti, ricade proprio all’interno dell’Oasi, in un contesto paesaggistico di elevato valore ambientale, noto per cascate, torrenti, forre, canyon e montagne dalle ripidi pareti. E’ proprio qui che il carsismo e le grotte raggiungono il loro più ampio sviluppo. Infatti, l’abisso Pozzo della Neve, con i suoi 1050 m di profondità, si colloca al 6° posto fra le grotte più profonde d’Italia e al 51° posto nella classifica mondiale. “L’abisso Cul di Bove”, situato in località la Sfonnatora. è una grotta profonda 913 metri, con uno sviluppo spaziale di 3.900 metri e l’ingresso è posto a quota 1360m s.l.m.. La grotta è costituita da ambienti di grandi dimensioni, attraversati da un torrente sotterraneo che dà origine a laghi e cascate, ed ha, come Pozzo della Neve, nel tratto iniziale uno sviluppo prevalentemente sub-orizzontale. Tale tratto è orientato in direzione E-O, ha una lunghezza di quasi 2 km e presenta ambienti quasi per nulla concrezionati, spesso allagati e caratterizzati da fenomeni di crollo. Rientro presso la Fattoria dell’Oasi.
 

GIORNO 3 - km 16

Il terzo ed ultimo giorno del nostro viaggio ci porta sempre nella spettacolare oasi ad ammirare un fenomeno naturale che vive da ben 500 anni. Tre spettacolari faggi secolari denominati ”I tre frati”, posti a pochi metri di distanza l’uno dall’altro, si rimane colpiti dalle loro dimensioni. il più vecchio ha oltre 500 anni . Ai piedi dei tre faggi, situati sulla vecchia strada che da Guardiaregia conduceva a Benevento, la leggenda narra che siano avvenuti alcuni episodi storici importanti. Tra i tanti, si ricorda quello di tre fratelli che furono impiccati sul posto, in corrispondenza dei faggi, per furto di bestiame. Come per magia, nelle sere di tempesta, il violento turbinio del vento e della neve sulle enormi e vetuste fronde dei faggi, sembra quasi ricordare le voci urlanti dei tre fratelli appena catturati. Un altro episodio è legato al brigantaggio post-unitario, in tale periodo (anni 1861-1867) tale luogo era il ritrovo delle bande di briganti fedeli alla monarchia borbonica di Napoli. Si decidevano strategie di sabotaggio e azioni di guerriglia contro i soldati piemontesi. In un incontro segreto avvenuto in questi luoghi i briganti, non riuscendo a fuggire, vennero catturati dai soldati piemontesi ed uno di loro, Giacobbe, fu giustiziato nella piazza di Guardiaregia, a colpi di baionetta, davanti la popolazione inerme. Rientro e pranzo finale presso l'agriturismo "Fattorie dell'Oasi".

Weekend disponibili

24-27 Giugno; 1-4 Luglio; 29 Luglio - 1 Agosto; 23-26 Settembre

Prezzo e condizioni

L'esperienza prevede l'arrivo degli ospiti il giovedì pomeriggio/sera e ripartenza la domenica pomeriggio dopo il pranzo di chiusura.

La quota di partecipazione 790 € comprende: pernotti (giovedì, venerdì, sabato), tutti in camera, tutti in tenda e/o sacco a pelo o misti, a seconda della vostra richiesta ed esigenza, tutti i pasti comprese le bevande da cominciare con la cena il giorno dell’arrivo a finire con il pranzo al giorno di partenza, transfer da e per la stazione FS di Campobasso o Termoli, trasporto dei bagagli durante i trekking, assicurazione.

 

L’età minima è 18 anni (14 se accompagnati da un adulto). I partecipanti devono essere in buona condizione fisica e avere padronanza di tutte le andature.


Numero di partecipanti minimo: 3 persone

Numero di partecipanti massimo: 10 persone

Se il numero minimo non si raggiunge un mese prima dell’inizio del programma, l'organizzazione si riserva il diritto di cancellare il programma. In tal caso il partecipante sarà informato non più tardi di 3 settimane prima della data dell'esperienza. In questo caso il partecipante avrà diritto al rimborso totale della somma pagata, oppure potrà scegliere la proposta alternativa dell'organizzatore. 

La prenotazione si effettua saldando la somma tramite bonifico bancario. Per ricevere le indicazioni è necessario mandare una mail a info@becountry.it specificando il numero dei partecipanti e il weekend scelto.

Dopo la prenotazione i partecipanti riceveranno via email i biglietti e tutte le informazioni necessarie per vivere al meglio l'esperienza (itinerario e programma dettagliato dell'escursione, cosa mettere in valigia, percorso per raggiungere la location, etc).

 

In caso di annullamento da parte del partecipante i costi dovuti sono:

a) annullamento fino a 40 giorni prima dell’ inizio del programma: 200 Euro
b) annullamento a partire dal 40° giorno (incluso) fino al 25° giorno prima dell’inizio del programma: 50% del prezzo totale
c) annullamento a partire dal 25° giorno (incluso) prima dell’inizio del programma: 100% del prezzo totale
 

Vuoi regalare un voucher per questa esperienza?

L'azienda

Per tutti coloro che hanno sempre desiderato vivere un esperienza senza precedenti immersi in una natura unica ed incontaminata dove tutto sa di libertà nasce Occhito Riding Holidays. Occhito Riding Holidays è un connubio nato tra due aziende locali molisane situate a ridosso del lago di Occhito con lo scopo di offrire ai turisti un viaggio a cavallo in un ambiente di particolare fascino e bellezza, degustando i migliori prodotti tipici del territorio, sani e genuini.

altilia (12).jpg